Piccola storia ignobile (lucana).

italia
E’ una storia piccola, che non rimbalzerà agli onori della cronaca nazionale, che forse non susciterà scalpore. Accade in una lontana regione italiana, che pure è al centro del Sud Italia. Mi ha sempre colpito che dalle foto dell’Italia di notte, riprese dai satelliti o dallo spazio, quelle in cui le luci delle città squarciano il buio infinito, la Basilicata appaia quasi una macchia nera, come nelle zone più impervie ed ostili del Paese; ma non hanno spento la luce: qui non è mai stata accesa.

Il m5s deve aver aspettato anni queste elezioni regionali; arrivate anzitempo, per le dimissioni anticipate del Governatore – premiato per il suo gesto coraggioso con la promozione alla guida del Partito Democratico – dopo il fenomenale risultato di febbraio hanno sognato di strappare la Regione al centrosinistra e inaugurare una fase nuova. E, detto tra noi, poco ha fatto il PD lucano per impedire che le speranze grilline si autoavverassero, tra risse e lotte di potere, manovre di palazzo e primarie di dubbio gusto.

Ma, evidentemente, i grillini nostrani non hanno fatto i conti con il punto debole del loro disegno: il Movimento. Quel che da mesi molti di noi denunciano sulla natura autocratica di questa formazione (anche se qualche volta attirati dall’antipolitica e dal desiderio di sfasciare tutto per ricostruirlo nuovo, nauseati dall’incuria con la quale i nostri governanti amministrano la macchina pubblica, il nostro territorio e i servizi essenziali alla società), si è limpidamente realizzato in Basilicata.

Per la cronaca, con dubbie modalità operative, si sono finalmente svolte dopo settimane di tensione interna le votazioni, rigidamente online, per designare il candidato del Movimento alla Regione. Poco dopo la proclamazione del risultato, il primo in classifica è stato “espluso” dalla competizione per irregolarità amministrative non meglio specificate, e il ruolo di candidato è stato ufficialmente affidato al secondo. Probabilmente comunque una buona scelta, per il suo popolo, ma non lo sapremo mai perché chi ha votato per il primo lo ha fatto inutilmente, visto che a quella competizione la persona che hanno scelto non avrebbe nemmeno potuto partecipare. E magari gli aventi diritto al voto si sarebbe espressi diversamente.

Insomma, un gran bel pasticcio. Che rivela come il Movimento, pur animato da buone intenzioni alla base, rimanga un prodotto di marketing in mano a due spietati strateghi della comunicazione come Grillo & Casaleggio; ai quali poco deve importare delle sorti della spenta Lucania, e forse anche dell’Italia. Il loro giocattolo viene prima di tutto; e in questo non ci vedo grande differenze rispetto all’autoreferenzialità che abbiamo sempre denunciato dell’attuale dirigenza piddina. Con la differenza che in questo partito, ed è l’unico in Italia, lo andiamo ripetendo da mesi, si celebrano i Congressi, si vota (poco, dovremmo farlo di più e in maniera più trasparente) coinvolgendo una notevole quantità di elettori ed iscritti (e il tesseramento dovrebbe diventare certo e cristallino).

Ai compagni, ai ragazzi delusi del M5S lucano lancio dunque un appello. Molto ci accomuna. Ma divisi siamo nulla. Abbandoniamo le bandierine che ci dividono e incontriamoci. Abbiamo un partito nel quale si può discutere, nel quale si può lottare, che si può e si deve cambiare. Il simbolo del PD a molti di voi può richiamare il passato; noi vogliamo proiettarlo nel futuro, e per farlo abbiamo anche bisogno della vostra energia, della vostra integrità, della vostra voglia di sognare un mondo migliore.

Di sognare una Basilicata finalmente illuminata a giorno; e da ben più di 5 stelle.

Annunci

La tua opinione mi interessa:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...