Quando il Resp. Comunicazione PD, comunicava altro. #Cambiaverso!

Quando Rosy Bindi si è dimessa da presidente del PD, lo scorso anno, lo ha fatto con una frase che mi ha folgorato. Diceva, più o meno: “ora che non sono più presidente del PD, posso dire quello che penso” o “posso essere me stessa” che è più o meno la stessa cosa.

Ecco, questo è quello che credo debba fare un pessimo politico: recitare un ruolo, peggio un copione, dimenticando di portare in quel ruolo tutto sè stesso, e di scrivere quel copione con la libertà che si dovrebbe avere. Altrimenti a cosa serve candidarsi a qualcosa, se ci si sente limitati nel proprio agire dalle vesti cui quel ruolo ti costringe? Quale contributo originale può portare la tua persona rispetto al tuo avversario, o ad un qualunque altro grigio burocrate?

Naturalmente il nuovo corso Renziano, che nasce già vecchio, non fa eccezione a questo. Il Responsabile Comunicazione PD, mesi fa, era un accanito anticasta. Vedeva in “Renzi il rottamatore” il salvatore della Patria, e la sua passione sembrava davvero genuina. In particolare Dario Franceschini sembrava essere il suo bersaglio preferito.

Ho raccolto qualche (nico)demotweet in questa galleria, che ripassiamo velocemente, perché un giorno i biografi possano trovare materiale per ricostruire il pensiero dominante di questa stagione renziana.

Cominciamo già nel 2012, quando il nostro invocava il Salvatore per liberarci dall’infausta influenza nel PD e nel Paese di gente brutta brutta come Marini, Bindi D’Alema, Franceschini. A parte l’eclissata Bindi, che non avendo più un ruolo da recitare, evidentemente, non sa più cosa dire e fare, tutta questa bella gente oggi appoggia il Governo Renzi (per mezzo della componente cuperliana), o ci è addirittura dentro:

1

A dicembre comincia a prendere di mira Franceschini: per farlo gli scaglia contro soddisfatto addirittura un tweet della Carfagna Cafagna. Faccio fatica a capire a cosa si riferisca, magari i lettori potranno aiutarmi, ma, in pratica, ha dato del finto tonto al suo futuro ministro. Dimostrando peraltro già notevoli capacità critiche, dal momento che, di sicuro, Franceschini tonto non è: chiamalo fesso!

2

il 23 maggio scorso Bersani, prima invocato per salvarci dall’apparato, passa dalla parte dei cattivi. Pare che complottino per rinviare il congresso, e non è bello. Toh, tra i cattivi c’è anche un non-ancora-renziano Dario Franceschini.

3

Con il povero Dario sempre nel mirino, qui se la prende perchè il futuro ministro della Cultura ha osato inviare sms ai suoi contatti, invitandoli a votare per la sua compagna. Ma evidentemente il povero Franceschini stava solo prendendo lezioni di scrittura aulica, cominciando dai componimenti brevi (i messaggini), in vista del futuro ruolo culturale.

4

Dovete quindi immaginare che Nicodemo abbia provato imbarazzo quando il suo bersaglio preferito era diventato diversamente renziano. E invece no. Innamorato perdutamente delle capacità taumaturgiche del suo unico Dio, il buon Nicodemo ingenuamente ci bacchetta, a noi poveri pirla miscredenti che cominciavamo già a chiedergliene conto: “quando Renzi sarà segretario questa gente qua non conterà più una mazza”. Si capisce che il povero Renzi è rimasto segretario solo due mesi, e poi è dovuto scappare a Palazzo Chigi, quindi non ha avuto il tempo di fare il miracolo e se l’è, suo malgrado, dovuto portare al governo.

Senza nome

Vabbè, capisco che non è carino rinfacciare dichiarazioni di tanto tempo fa a chi ora ha ruoli di governo, e deve indossare un camice di forza. Un giorno potrebbero fare lo stesso con me.

Ma io sto imparando: parlo male del governo Renzi, anzi magari chiederò che gli si voti proprio contro, così un giorno Matteo potrà chiamarmi a fare il ministro.

Alla Lanzetta il miracolo è successo, perché a me no? :-/

N.B.: #Cambiaverso is the new #famounpocomecazzocepare

Annunci

3 pensieri su “Quando il Resp. Comunicazione PD, comunicava altro. #Cambiaverso!

La tua opinione mi interessa:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...