Altro che Pesce d’Aprile: scendiamo in campo davvero!

image

Alcuni hanno preso il comunicato di qualche giorno fa come un Pesce d’Aprile.

Certo, il giorno scelto per la sua diffusione non era dei più felici; può aver in qualche modo contribuito a generare l’equivoco anche il fatto che tra i tag il pesce era inequivocabilmente dichiarato…

tw

Ciò nonostante, il solo passaparola ha generato migliaia di visualizzazioni, centinaia di condivisioni, decine di contatti, alcuni letteralmente entusiasti, che ci onorano e ci gratificano.

Tuttavia il nostro intento era molteplice: stemperare la tensione di una campagna elettorale già rovente, che ha messo a segno già diversi colpi bassi, e che desideriamo invece affrontare con serenità, parlando di noi, delle nostre scelte, delle nostre idee e della nostra città; ma anche sondare il terreno di quanto il nostro impegno, finora, avesse positivamente seminato.

Riteniamo che il nostro gruppo abbia bisogno di crescere. Che le nuove generazioni che si sono affacciate alla politica vadano spinte ad impegnarsi, a studiare, a mettere il loro entusiasmo e la loro indipendenza nella gestione della cosa pubblica.

Di fronte a questa necessità, a questo obiettivo, abbiamo finalmente trovato un Partito aperto e disponibile, e desideriamo coglierne l’occasione. Un’occasione che, con il nostro carico di indipendenza e ci auguriamo anche di qualità, ci siamo faticosamente cercati e creati.

Misureremo quindi una squadra di giovani potenziali amministratori, candidati a consigliere comunale nelle liste a sostegno di un solido ed aperto progetto di centro sinistra, che parta da quanto già conquistato finora dalla città, per difenderne il valore dall’assalto dei soli noti, ma anche e soprattutto per migliorare la qualità e la trasparenza dei processi che ci accompagneranno verso l’appuntamento più importante della nostra generazione, quella di Capitale Europea della Cultura.

Un’occasione troppo importante per poter essere messa in ombra da interessi di parte, o dalle nostre singole ambizioni. Un’occasione che, se eleggeremo una classe dirigente capace e lungimirante, potrà avere positivi riflessi non soltanto su Cultura e Turismo, ma fungere soprattutti da attrattore di investimenti pubblici in infrastrutture, sulle quali siamo palesamente e storicamente in grave ritardo, e di investimenti privati in settori più tradizionali.

I nostri amici Stefano Fraccalvieri, Simona Iacovone, Carlo Berardi hanno già dato disponibilità all’impegno, e sono già al lavoro per portare il nostro progetto in tutte le case materane. Provando a spiegare a ciascuno dei nostri concittadini l’importanza fondamentale che un Consiglio Comunale formato da uomini e donne capaci ed indipendenti riveste per il nostro immediato futuro.

Sosteneteci, seguiteci, vogliateci bene. Porteremo avanti il senso comune del nostro impegno: apertura, trasparenza, comunicatività. E i nostri valori. Quelli di una generazione sempre tagliata fuori da un percorso di crescita personale e collettiva, e da un futuro che vogliamo riprenderci.

Poi, tra cinque anni, sarà il 2020.

E non è detto che sia sempre il 1° Aprile.

Annunci

La tua opinione mi interessa:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...