Lettera aperta a De Ruggieri

di Donato Lamacchia

Gentilissimo Avvocato De Ruggeri, le scrivo da cittadino materano ormai di una “certa” eta’.
Quella eta’ in cui, uno ha accumulato anni di lavoro, una famiglia, dei figli ormai in eta’ di voto, etc.
Debbo dirle che sono stato un cittadino che non ha mancato di dare un minimo di impegno all’attivita’ politica e civile della citta’ stessa. Specie quando “impegno” era una parola che aveva valore piu’ dell’attuale ed in voga “apparire”.
Le scrivo , Avvocato, perche’ questa competizione elettorale ha suscitato in me la voglia di tornare a quell’impegno. E’ accaduto perche’ un’evento straordinario, “Matera Capitale della Cultura Europea 2019”, mi ha scosso dal sopore che i lunghi anni dell’ apparire e della disaffezione avevano determinato.
Ho capito che una svolta storica per la citta’ si stava attuando. Ho voluto nel mio piccolo sentirmene partecipe per incoraggiare cosi’ quel fantastico gruppo di persone che hanno permesso che cio’ potesse accadere.
Ha vinto con quella vittoria lo sforzo inane di una citta’ che ha cercato con molte sofferenze un’incontro felice con la modernita’.
L’anima popolare della città, incarnata dal “Vangelo” di Pasolini e riscattata dalla poesia di Scotellaro che l’ha liberata da una lirica di rassegnazione, e’ tuttuno con le lotte contadine e operaie per un futuro non più di miseria e di abbandono, con il sacrificio dei martiri per la libertà dal nazifascismo, con le lotte giovanili anch’esse per la ricerca di nuovi destini.
Lei ha rappresentato per lunghi anni la cultura laica e “signorile” della nostra citta’. Le va’ dato atto che lo ha saputo fare con competenza e qualita’. 
Era questa l’occasione storica perche’ l’anima popolare della citta’ diventasse tutt’uno con la cultura piu’ dotta per determinare cosi’ una identita’ della citta’ stessa che potesse dettare la prassi di una nuova epoca.
Sono certo che cio’ accadra’ comunque, anche senza di lei. Si, avvocato, lei ha mancato un’appuntamento con la Storia. Lei ha mancato di coronare degnamente l’impegno di una vita.
Lei da Signore colto e avveduto, in ultimo ha fatto un gesto da “Luigino”. Se lo ricorda vero il Podesta’ di Gagliano del “Cristo” di Levi? Ammoniva “Don Carlo” a farsela con i “Signori” e di lasciar perdere i contadini perchè esseri infidi e bugiardi.
Bene lei è andato con la “destra” di questa città dimostrando così di preferire una narrazione di elite della storia e della cultura cittadina. Se questo lei non l’ho ha voluto vuol dire che ha commesso il grave errore di non accorgersi che quello invece ha fatto. Dica lei di cosa si è trattato.
Per gli antri e i vicoli dei nostri bellissimi Sassi si aggiravono “Ombre”. Sono sicuro Lei lo saprà esse erono le anime dei morti per violenza o per suicidio. Anime tristi, senza pace. In realtà erano le paure ataviche degli uomini e delle donne che non vedevono per loro un futuro sereno. Ora quelle “Ombre” tristi io le immaggino si siano strette le mani e siano diventate un’unica anima libera e felice.
Lei, Avvocato, è sempre vissuto nelle belle case del piano. Posso essere felice per Lei per questo. Nei Sassi Lei ci è andato ad abitare, ora. Non posso che congratularmene. Ne ha il pieno diritto e mi auguro che Lei se la possa godere a lungo la sua bella casa. Lei se l’è certamente meritata grazie al suo lavoro, da tutti riconosciuto di valore. Quello che sono convinto però che le capiterà da oggi in poi è che quell’anima che ora si aggira, gioconda e senza piu’paure o vergogne, per le scalinate e gli archi scenografici dei Sassi, non potrà farle compagnia perchè farà fatica a riconoscerla come compagno di viaggio.
Un cordiale saluto.

Annunci

La tua opinione mi interessa:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...